martedì 10 luglio 2012


È bellissimo quando i ricordi ti accarezzano la mente…ed è quello che mi è successo mentre creavo quanto in foto…
Nel mio paese durante la stagione estiva a partire dalle h. 20.00 fino a notte inoltrata, vi era l’abitudine di sedersi davanti ai portoni di casa e di fare comunella con il vicinato…Questo succedeva in tutte le vie del mio paese, e non vi dico quanto mi piacesse, perche’ , per una bimba …ehm ehm vivace quanto me, stare fuori fino a tarda serata  significava giocare fino a tarda serata…
Tutti i bimbi del rione insieme, si giocava, si rideva, ci si offendeva e si faceva’’pace’’ ,generalmente, mignolo nel mignolo era questo il segno emblematico con cui si faceva pace, mentre i genitori, con nonni zii e vicinato, improvvisavano cene a base di friselle (tipico prodotto pugliese) con pomodoro olio e origano,….(scrivendo sento ancori gli odori del tempo che si infrangono sul mio cuore come un valore perso da non poter riacquistare)…
In tutto questo baillame ero, fortemente, attratta dalle case semichiuse e mi ricordo che mi affacciavo con il mio faccino indifeso per verificarne l’interno,…per verificare chi c’era e cosa faceva,…un atteggiamento che ahime’ non ho perso nel tempo…tutt’ora se passo in una viuzza e c’è da sbirciare nelle case, lo faccio con interesse e non con curiosita’…è vero, mi rendo conto che è difficilissimo da spiegare, ma io sono attratta dalle case ,da chi le vive e come le vive…non vi nego che al mattino pur di sentire l’odore di caffe e le persone che si muovono nelle case , invece di prendere l’ascensore, scendo a piedi…avida di sentire la vita che comincia con il nuovo giorno…
Saint Paul mi dice che una volta o l’altra qualcuno mi chiedera’ cosa sbircio…

 Ad ogni modo gradite queste casette sempre sui famosi pallets invecchiati???







e questa che riproduce quella della finnanger  come porta spolette e forbici e quant altro per il cucito???






Bacinibacettibaciotti

Giulia

22 commenti:

  1. Ciao Giulia!! Mi piacciono un sacco le tue casette, la prima è la mia preferita...anche se l'ultima è utilissima!!!! Bella anche la tua storia...certo, adesso fuori della porta non trovi più nessuno!!!! Ciao Elisa

    RispondiElimina
  2. Che belle!!!
    Mi piace tantissimo la prima!
    Un bacione
    Laura

    RispondiElimina
  3. Bellissima la prima!!
    Sempre super creativa :)
    Bacioni
    Serena

    RispondiElimina
  4. ciao anche a me piace moltissimo la prima, però sono tutte belle. complimenti

    RispondiElimina
  5. Io ti capòisco perfettamente!!! Anche io non resisto alla sbirciata... se ci sono porte o finestre socchiuse!!!!
    E quello che a te prende la mattina... a me prende soprattutto la sera... quando le famiglie rientrano nei loro nidi... cerco di sbirciare dalle finestre illuminate... sento le voci... ascolto i rumori... e immagino...
    Ci scrissi anche una poesia a 10 anni... quindi pure per me la cosa dura già da un po'!!!! :-D

    http://ciccisnestandgarden.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. ciao Giulia che poesia in questo post e che belle le tue casette..
    Notte patri

    RispondiElimina
  7. Cara Giulia che bello questa racconto,le abitudini o le attrazioni rimangono!!;DDDD
    Bellissimi le tue casette!!
    Quando vieni a Roma?
    Baci
    Sabry!!

    RispondiElimina
  8. mi piacciono tantissimooooo ..belle belle belle... bella anche la storia io invece guardo sempre l esterno delle case .. mi piace guardare se sono curati ..i terrazzi e i giardini... e mi piacciono le finestre addobbate che qui da noi usa poco poco quasi nulla... ne sono rimasta innamorata quando sono andata in olanda.... che erano tutte addobbate con cadelabri vasi o altro... ciaoo

    RispondiElimina
  9. Giulia, mi fa troppo ridere pensare a te che sbirci nelle case altrui....Saint Paul ha ragione, prima o poi ti prendi una sgridata (immagino già la desperate housewife che ti insegue con la scopa!) !! Bello il tuo riciclo! Eli.

    RispondiElimina
  10. Ciao cara, proprio belle, anch'io vado per la prima.
    Corro al lavoro!!!
    Livia

    RispondiElimina
  11. Meravigliose ..... tutte!
    Ciao
    Paola

    RispondiElimina
  12. Giuly cara!

    BRAVA e simpatica...tu e Saint fate meraviglie!

    GRAZIE ancora di cuore per la tua generosità! Bacio grande! NI

    RispondiElimina
  13. Bellissimo e anche utile!un bacio!

    RispondiElimina
  14. Giulia il tuo racconto mi ha appassionato, é stato bellissimo leggerlo e bellissime sono le tue creazioni
    Giulia

    RispondiElimina
  15. ciao la prima è stupenda, bravissima
    a presto

    RispondiElimina
  16. è sempre più Giulia Style!!!!!!! complimentissimi per i tuoi lavori belli e originali, un bacione Lory

    RispondiElimina
  17. Sono tutte molto belle,ma la prima è la mia preferita. Brava Giulia! Ciao
    Monica

    RispondiElimina
  18. Originale l'idea e tenerissime le casette che ne son venute fuori!! Complimenti, davvero!
    A presto Maria Grazia
    P.S.: passa a dare una "sbirciatina" anche sul mio blog, la porta è sempre aperta!

    RispondiElimina
  19. TESOROOOOO KE DIRE SONO STRABILIATA!!! MA QUANTO BRAVA SEI?!?!?!? QUESTE CASETTE MI Sà KE UNA TE LA COPIO X ATTACCARMELA NELLA CASETTA IN MONTAGNA SONO DELIZIOSE!!!! BRAVISSIMA!!! BACIOTTI E STRUCCONI MAMYSANDRA!!!

    RispondiElimina
  20. Mi sa che ho la tua stessa malattia, anche a me piace curiosare tra le tende delle finestre delle case, mi piace immaginare le persone che le abitano, le famiglie, i bimbi, soprattutto d'inverno quando le finestre sono illuminate, diventavo matta quando ho fatto un giro in Danimarca con quelle tendine piccole piccole che lasciano intravedere l'interno...
    Complimenti ancora a Saint Paul per le creazioni che ho visto sotto!
    Baci Silva

    RispondiElimina

Ogni vostro commento è un bacio al cuore